giovedì 29 ottobre 2015

#Abilmente Roma 5-8 Novembre pad. 7


- Mostra-Atelier della Manualità Creativa -

E' la nuova edizione dedicata a tutte le appassionate a caccia delle ultime novità e tendenze degli hobby e del fai-da-te.

Abilmente è una Fiera dal format innovativo infatti è un grande laboratorio attivo e dinamico sono ampi gli spazi dedicati alle esposizioni e alle mostre di opere e creazioni, uniche e straordinarie, che accorciano sempre più la distanza tra hobby e arte, fornendo stimoli e suggestioni a tutti i visitatori presenti.

La Manifestazione sarà una grande officina creativa e offrirà il contesto giusto per conoscere le nuove tecniche e approfondire le tradizionali, affinando così le proprie abilità manuali. Abilmente Roma si rivolge infatti a tutte le passioni creative:Tricot - crochet, patchwork, scrapbooking, decoupage, pittura, cake design.

Numerosissimi i corsi e i workshop che si terranno all'interno degli stand, così come presso gli Atelier creativi e le Aree Demo.

Il laboratorio Pippicalzelunghe sarà ospite di Abilmente dal 5-8 Novembre presso il Pad. 7 - Stand 149  presentando le novità dei principali marchi di Filati e Accessori, offrendo ai visitatori corsi e dimostrazioni gratuiti sulle maggiori tecniche del tricot e del crochet.
Il calendario dei corsi e delle dimostrazioni del Laboratorio Pippicalzelunghe sarà pubblicato al più presto.

http://roma.abilmente.org/

domenica 2 agosto 2015

beach bag by Maglia e Rimaglia








Avviare n. 90 catenelle,


Chiudere in tondo e Lavorare a maglia bassa prendendo il filo posteriore della catenella


continuare in questo modo per circa 33 centimetri


calare 2 maglie per OGNI lato della borsa (Davanti / Dietro) fino a che rimangono 35 maglie per lato anteriore e 35 maglie lato posteriore


le 35 maglie del Davanti e le 35 maglie del Dietro devono Essere cucite Insieme a maglia bassa con uncinetto e in questo modo si formerà il fondo della borsa.


per il manico / tracolla riprendere 10 maglie (5 + 5 lato lato) e lavorarle a maglia bassa diminuendo un giri alternati Fino ad arrivare a 5 maglie e queste costituiranno la tracolla.


la lunghezza della tracolla è personale e comunque ricordate che tende ad allungarsi!


Per le decorazioni delle margherite sono stati usati bottoni dello stesso tipo ovali e differenti per dimensioni e colori, per il bordo superiore della borsa sono state usate delle perle bianche!





venerdì 29 maggio 2015

La filatura, il big bang della maglia!


Grande occasione da non perdere se si ha la curiosità di vedere nascere un filato da una fibra grezza.

A chi lavora a maglia da anni sarà capitato prima o poi  sicuramente di pensare:  come si ottiene un filato? da dove si inizia? quali sono le tecniche per filare? quali sono le materie grezze da utilizzare?

A queste domande e a tante altre ...Domenica 21 giugno p.v. presso il Laboratorio di #Pippicalzelunghe  di Roma, #Fiber Fabry, appassionato conoscitore dei segreti della #filatura, #cardatura, #binatura, sarà a disposizione e risponderà alle vostre richieste e curiosità inoltre sarà possibile assistere ad una dimostrazione di filatura...

Gli argomenti trattati durante l'incontro saranno:
- introduzione sulle fibre;
- le preparazioni prima di filare, cardare e pettinare
- filatura
- binatura
- finitura in matasse bloccaggio e conservazione.

Per partecipare all'evento e avere ogni ulteriore informazione vi rimando al sito:


foto di fiber fabry
foto di fiber fabry




lunedì 18 maggio 2015

Cappelli a Maglia e uncinetto degli anni '60


Questo è il numero 11 della ormai storica rivista di Mani di Fata del 1961, ritrovata insieme a qualche altra rivista di maglia in soffitta, apparteneva a mia zia.

All'interno ci sono alcuni modelli molto deliziosi di cappellini  con le indicazioni per realizzarli sia a maglia che all'uncinetto.

Con qualche accorgimento nella scelta del filato e nel colore possono essere ancora attuali sia che gli si voglia  dare una connotazione divertente e casual o elegante .....






giovedì 30 aprile 2015

Original Denim: Un filato che ricrea il Jeans!!!

L'Original denim Rowan è un filato pratico e resistente,  è un puro cotone al 100%. 
E 'importante utilizzare un modello Rowan Denim, dove sono state calcolate le percentuali per il ritiro del capo al primo lavaggio. 
Poiché il colorante è soltanto una tintura superficiale, durante il lavoro a maglia il colore verrà fuori sulle mani.
Rowan Denim, come per altri indaco è un colorante tessile, che si dissolve con il primo lavaggio e con il tempo...in pratica come il jeans.
La maggior parte della perdita di colore avviene durante il primo lavaggio dove tutto il colorante allentato è lavato via, tutto questo rende il capo finito unico nel suo aspetto tirando fuori il carattere del filato.
I pezzi lavorati come già detto possono anche ridursi durante il primo lavaggio ecco perché è opportuno lavorare i Modelli original Denim,  si possono scegliere  9 progetti dedicati ad ogni componente della famiglia!
http://www.ppcalzelunghe.com/…/filati-per-…/original-denim/…


giovedì 16 aprile 2015

World wide knit in public day 2015

E' passato già un anno e ci ritroviamo con entusiasmo a promuovere la "#Giornata Mondiale della Maglia in Pubblico"

Invitiamo tutte le knitters  di ogni dove  a #Roma il giorno Sabato 13 giugno prossimo, nel parco pubblico di #Villa Pamphili  - Via Vitellia 102,  nei pressi del Vivi Bistrot dalle ore 15,00 alle 19,00.

#World wide knit in public day - è un evento mondiale dove knitters   si  ritrovano a sferruzzare  in luoghi pubblici come parchi, strade, piazze per promuovere insieme il lavoro della maglia e sdoganarlo da ogni tabù semmai ancora vi fossero.

Facciamoci vedere, facciamoci sentire.... siamo in tanti... usciamo e sarà fantastico trovarci tutti insieme a sferruzzare e a parlare di maglia, di filati....contagiamo chi ci osserva!!!

Trascorreremo un pomeriggio in allegria  e sarà anche una occasione per conoscersi di persona dopo tanti incontri sul web

Il 13 Giugno è la festa della #maglia, è la festa di tutti i knitters, senza alcuna differenza perché la maglia è universale, ci si comprende e si comunica utilizzando il suo linguaggio, fatto di schemi, sigle, immagini e di lavori che rompono ogni barriera...

Articolo uscito qualche anno fa sul Messaggero in occasione della World wide knit in public day 

Tutti possono intervenire  l'entrata è libera purchè lavorino a maglia o uncinetto.

Non dimenticate i ferri del mestiere, una sedia o un plaid e tanta fantasia e allegria.

Troverete ad accogliervi lo staff di   #Pippicalzelunghe



giovedì 9 aprile 2015

Filare oggi come in passato -

Capita lavorando a maglia di volerci spingere oltre l'acquisto del filato già pronto e voler provare a produrre un filato da noi anche solo per conoscere la tecnica della filatura e allora iniziamo ad avere una prima infarinatura e conoscere almeno in grandi linee il mezzo che ci permetterà di filare.
La lana che viene filata maggiormente è la lana di pecora; il manto della pecora si chiama vello e la parte più pregiata del vello è la parte posteriore .
Una prima operazione da fare prima di iniziare a filare è quella di allargare  la lana grezza con il cardatore, simile a due  grandi spazzole con grandi chiodi o denti, la lana va inserita in piccoli fiocchi nel cardatore , tenendo l'arnese per cardare con la mano sinistra e pettinando la lana con la mano destra.
La scala dei colori naturali della lana da filare va dal bianco naturale fino al marrone più scuro.
Non bisogna lavare la lana prima di filarla altrimenti perde il suo grasso naturale, basta togliere solo il fango, la paglia e i riccioli corti.
Con l’aiuto del disegno dove è riprodotto un Filatoio è possibile capire il procedimento della filatura:

Si inizia mettendo una spola vuota nell'arcolaio, si  annoda un filo  lungo circa 5 cm alla spola vuota, si  passa dentro 1 o 2 ganci dell'aletta e lo  si  estrae attraverso il foro dell'asse, si passa  poi la corda sopra il disco e intorno alla ruota e solo se c'è  la giusta tensione si può iniziare a muovere lentamente il pedale con il piede destro mantenendo un ritmo regolare.
La tensione viene regolata da una vite o bottone a diretto contatto con le alette, le quali girano automaticamente filando la lana: più forte sarà la tensione, meno grossa sarà la lana filata, e il  filo verrà avvolto più velocemente.
Se invece  la tensione è lenta, il filo sarà più grosso e si avvolgerà più lentamente sulla bobina.


Il lavoro del filare è ripetitivo: si prende un fiocco di lana, si allarga con le mani, si  tira fuori dal fiocco di lana un filo di circa 1 cm e si mette  alla fine del filo annodato intorno alla spola.
Tenendo il filo tra il pollice  e l'indice si inizia ad  azionare il pedale facendo girare la ruota  verso destra nella direzione del fiocco di lana.


La  lana ottenuta con la filatura si può già utilizzare, ma per la sua torsione parziale è leggermente arricciata. Per evitare questo occorre torcere alcuni fili insieme, almeno due fili.
Si raccomanda di lavare la lana prima di lavorarla ai ferri o all’uncinetto e  di avvolgere il filato che proviene dalle spole  in matasse, in modo da evitare che i fili si annodino durante il lavaggio. E' utile fare questa operazione con un arcolaio che di solito è incluso nel filatoio e di legare le matasse in più punti, annotando le estremità dei fili all’inizio e alla fine.
Quindi si toglie la matassa dall’arcolaio levando un pomello o bottone, si lavano le matasse in acqua tiepida con un po’ di detersivo per lana, smuovendole e sbattendole, fino a che la lana diventa pulita, succesivamente si strizzano in un asciugamano e si appendono all’aria in un luogo fresco, non al sole e neppure vicino a fonti di calore.


Ai primi esperimenti il filato ottenuto sarà irregolare e potrà essere utilizzato per realizzare all’uncinetto o ai ferri delle giacche o pullover; con un po’ di esercizio si riuscirà a calibrare il filato, ottenendo cosi una lana grossa o sottile a secondo dell'esigenza. Lo spessore della lana dipende dal tipo di filatoio che si usa e la torsione della lana può variare per mezzo della tensione della ruota.
Il filo meno ritorto è più morbido, la lana con una torsione più forte è più compatta e anche più robusta.
Unendo la lana grezza in vari colori si può ottenere una lana melange e si avrà la possibilità di lavorare motivi con diversi colori

Una nota particolare alla filatura con fuso a mano:
Si procede Tenendo un mucchietto di lana grezza in mano, fermando dei fili con un nodo nel solco all’estremità superiore del bastoncino, si tira la lana e si da al fuso una spinta facendolo girare su se stesso, infine si tira il filo lungo fino a che il fuso tocca terra e poi lo si avvolgere e si iniziare da capo.

giovedì 2 aprile 2015

Knit-cafe del 28 Marzo 2015

Il 28 di Marzo c'è stato come oramai succede da moltissimo tempo un Knit-cafe organizzato dal Laboratorio Pippicalzelunghe, pubblichiamo alcune immagini del bel pomeriggio, cosi sarà più facile per chi non ha partecipato immaginare il luogo dove avvengono i nostri incontri   e l'atmosfera conviviale che li caratterizza. 






















lunedì 16 marzo 2015

Qualche ora con Rowan: un amore di filati....

Ieri tutto lo staff di Pippicalzelunghe è stato ospite all'evento organizzato dalla "Coats Cucirini" per presentare i fantastici filati Rowan, uno dei marchi che distribuiscono insieme Schachenmayr e Regia.

Anche se già conosciuti e apprezzati da tempo da tutte noi, ieri possiamo dire di aver dato ancora una volta soddisfazione ai nostri sensi, non solo gli occhi sono stati appagati dalla vista dei vari filati e dei manufatti meravigliosi, ma anche al tatto i filati Rowan hanno dimostrato di avere una marcia in più: alcuni soffici e avvolgenti altri più forti e anche un po' pungenti, più grassi al tatto ma sempre morbidi .... Chi li conosce sa che il tempo e i lavaggi non li consumano ma li migliorano e ne esaltano il carattere. "Le lane Rowan sono simbolo di alta qualità, stile e un mix accattivante di tradizione e innovazione"






Ad oggi nel nostro shop sono presenti alcuni filati RowanFelted Tweed DK, Finest, Handknit Cotton, Kidsilk Haze Glamour e presto ne arriveranno altri, tutte novità per la prossima stagione.

Sul sito Rowan sono disponibili tanti pattern particolari e interessanti, sopratutto per le knitters che vogliono essere sempre informate sulle tendenze moda e novità.
Gli stilisti che collaborano con Rowan sono numerosi e tutti di fama internazionale, tra loro molto conosciuto è Kaffe Fassett, fonte di tanti suggerimenti...

Abbiamo apprezzato anche la fotografia, le modelle e le location che fanno da sfondo alle collezioni nei cataloghi Rowan.

E' forse Amore....... <3 data-blogger-escaped-font="" data-blogger-escaped-nbsp="">

giovedì 12 marzo 2015

collo cappuccio "Togo" un'idea di Stefania F.


Filato: Drops 1 gomitolo di big delight  + 1 gomitolo di kid silk
Ferri circolare da 7,00 mm - Punti impiegati: dritto e rovescio
Esecuzione: avviare 72 maglie, iniziare con punto coste 2/2 e continuare con 4 giri a dritto e 4 giri a rovescio proseguire alternandoli fino ad altezza desiderata, terminare con punto coste 2/2.

lunedì 2 febbraio 2015

Shaun, vita da pecora!

Shaun, vita da pecora 

E' in arrivo la pecora più famosa del momento, Non potete non averla già notata in questi giorni, perchè il prossimo 12 febbraio uscirà il film: Shaun, Vita da Pecora.

Pippicalzelunghe ha  deciso di dare il suo contributo per il divertimento di tutti coloro che, come noi, amano giocare con la lana e per festeggiare l'imminente uscita del film abbiamo creato uno scalda-collo semplice e simpatico da indossare.


Le istruzioni sono davvero semplici, le trovate qui Buon divertimento!!! ;-D

Download
Scaldacollo Shaun The Sheep by Pippi
Scaldacollo Shaun The Sheep by Pippicalz
Documento Adobe Acrobat [300.7 KB]
Download

Su cosedamamme ci sono delle belle immagini su come indossare scaldacollo e su lifestyle