martedì 26 giugno 2012

Pantofole all'uncinetto

L'idea di oggi viene direttamente da un e-shop di Etsy (tanto per cambiare)si chiama WhiteNoiseMaker ed è una delle new entry del mio circolo. 
La produzione handmade riguarda quasi solo pantofoline per ora ma l'artigiana neozelandese si dice produttrice di accessori oltre che di scarpe, quindi aspettiamo aggiornamenti. 
Concentriamoci dunque sui prodotti proposti qui di seguito:
Le linee semplicissime sono valorizzate dalle scelte coloristiche. E' difficile trovare pattern molto complicati in giro per negozi e il motivo è semplice: uno schema di facile lavorazione permette una produzione più vasta e meno costosa, inoltre è più vestibile. 

Queste slippers hanno dei bei pompom infeltriti tono su tono con un'unica concessione per quel giallo pallido. Uno dei consigli che all'Accademia di Costume e di Moda ci hanno dato riguardo la cartella colori è che in una palette delicata, sviluppata sul ton sur ton appunto, è bene aggiungere un punto luce. Ecco un buon esempio di questa teoria. 


Avendo immaginato che qualcuno avrebbe potuto aver voglia di cimentarsi nella realizzazione di una pantofolina estiva come questa ho deciso di condividere il pattern DROPS Design



INFORMAZIONI PER IL LAVORO-1:
Sostituire la 1° m.b. all’inizio del giro con 1 catenella e sostituire la 1° m.a. con 3 catenelle.
Finire ogni giro di m.b. con 1 m.bss. nella catenella di inizio giro.
Finire ogni giro di m.a. con 1 m.bss. nella 3° catenella dall’inizio del giro.

INFORMAZIONI PER IL LAVORO-2:
Lavorare attraverso l’intera m. se non diversamente indicato.

LAVORO DI 2 M.B. INSIEME:
Lavorare 2 m.b. insieme come segue: Inserire l’uncinetto nella 1° m., far passare il filo attraverso, inserire l’uncinetto nella m. successiva, far passare il filo attraverso, fare un gettato e far passare il filo attraverso tutte e 3 le m. sull’uncinetto.

LAVORO DI 2 M.A.D. INSIEME:
Lavorare 2 m.a.d. insieme a 1 m.a.d. come segue: Lavorare 1 m.a.d. ma aspettare con l’ultimo gettato e far passare il filo, lavorare 1 m.a.d. nella m. successiva, e ora far passare l’ultimo gettato attraverso tutte e 3 le m. sul ferro.

INFORMAZIONI PER IL LAVORO:
La stringa di catenelle potrà essere aggiustata alla misurazione individuale. Provate la pantofola mettendo il sopra del piede alla punta dell’alluce e mettete la stringa di catenelle attorno al piede dietro la caviglia e indietro verso il sopra del piede. La stringa di catenelle dovrà essere un po’ tirata per trovare l’adattamento perfetto. Assicurarsi di avere un numero pari di catenelle nella stringa.

PANTOFOLA:



SOPRA DEL PIEDE:

Iniziare con il sopra del piede avanti e indietro come descritto sotto – leggere le INFORMAZIONI PER IL LAVORO.
FARE ATTENZIONE ALLA TENSIONE DEL LAVORO – assicurarsi di non lavorare in modo troppo lasso.
Lavorare 4 catenelle con l’uncinetto misura 3,5 mm e 1 capo di ogni qualità (= 2 capi) e formare un anello con 1 m.bss. nella 1° catenella.
RIGA 1: 3 catenelle (= 1 m.a.), 7 m.a. nell’anello (= 8 m.a.), girare il lavoro.
RIGA 2: 5 catenelle (= 1 m.a. + 2 catenelle), * 1 m.a. nella m.a. seguente, 2 catenelle *, ripetere da *-* per un totale di 6 volte e finire con 1 m.a. nella terza catenella dall’inizio della riga precedente (= 8 m.a. con 2 catenelle tra ognuna), girare il lavoro.
RIGA 3: 1 catenelle, 3 m.b. in ogni anello di catenelle = 21 m.b., girare il lavoro.
RIGA 4: 4 catenelle (= 1 m.m.a. + 2 catenelle), * saltare 2 m.b., 1 m.m.a. nella successive m.b., 2 catenelle *, ripetere da *-* per un totale di 6 volte, saltare 2 m.b. e finire con 1 m.m.a. nella catenella dall’inizio della riga precedente (= 8 m.m.a. con 2 catenelle tra ognuna), girare il lavoro.
RIGA 5: 1 catenella, 4 m.b. in ogni anello di catenelle = 28 m.b., girare il lavoro.
RIGA 6: 5 catenelle (= 1 m.b. + 4 catenelle), * saltare 3 m.b., 1 m.b. nella m.b successiva, 4 catenelle *, ripetere da *-* per un totale di 6 volte, saltare 3 m.b. e finire con 1 m.b. nella catenella dall’inizio della riga precedente (= 7 anelli di catenelle), girare il lavoro.
RIGA 7: 1 catenella, 5 m.b. attorno al 1° anello di catenelle, 5 m.m.a. attorno al 2° anello di catenelle, 5 m.a. attorno al 3° anello di catenelle, 5 m.a.d. attorno al 4° anello di catenelle, 5 m.a. attorno al 5° anello di catenelle, 5 m.m.a. attorno al 6° anello di catenelle e 5 m.b. attorno al 7° anello di catenelle.
RIGA 8: 3 catenelle, quindi 19 m.a. in modo uniforme lungo il margine dritto in cima al pezzo di sopra (= 20 m.a.).
Ora lavorare 60-70-80 catenelle lasse – leggere il SUGGERIMENTO PER IL LAVORO – affrancare con 1 m.bss. nella terza catenella dall’inizio della riga con m.a. in alto lungo il pezzo sopra.


LATO E SUOLA:
Girare il lavoro per avere il diritto del lavoro verso di voi e iniziare lungo le 60-70-80 catenelle (cioè verso il tallone ).
Continuare in tondo e lavorare in basso verso la suola – leggere le INFORMAZIONI PER IL LAVORO 1 e 2.
GIRO 1: lavorare 1 m.a. in ognuna delle 60-70-80 catenelle attorno al piede, poi lavorare 2 m.a. nella m.a. più sterna lungo il margine dritto in alto del sopra del piede, poi 1 m.a. in ogni m.a. lungo il lato esterno del sopra del piede ma al centro delle 5 m.a.d. sull’alluce lavorare 3 m.a., e poi 2 m.a. nella m.a. più esterna lungo il margine dritto in alto del sopra del piede = 101-111-121 m.a.
GIRO 2: Inserire un segnapunti tra le 2 m. centrali sul dietro della pantofola. Lavorare 1 m.b. in ogni m.a. fino a quando rimangono 10-12-14 m.a. prima del segnapunti, lavorare 1-1-2 m.m.a., 1 m.a. in ognuna delle successive 18-22-24 m.a. (il segnapunti è al centro di queste m.a.), 1-1-2 m.m.a. e 1 m.b. in ognuna delle successive m.a. sul giro.
GIRO 3: come il giro 2.
GIRO 4: Ora lavorare la suola – lavorare solo nel filo dietro della m. (non attraverso tutta la m.): lavorare 1 m.b. nella 1° m., poi 1 m.b. in ogni m., ALLO STESSO TEMPO continuare a lavorare insieme la quarta e quinta m.b. – LEGGERE SOPRA = 81-89-97 m.b.
GIRO 5: Ora lavorare attraverso tutta la m. Lavorare 1 m.b. in ogni m.b. = 81-89-97 m.b.
GIRO 6: 1 m.b. in ognuna delle prime 6-4-2 m.b., poi 1 m.b in ogni m.b., ALLO STESSO TEMPO continuare a lavorare insieme la quarta e la quinta m.b. = 66-72-78 m.b.
GIRO 7: 1 m.b. in ogni m.b. = 66-72-78 m.b. Ora inserire un segnapunti al centro davanti e al centro dietro = 33-36-39 m. tra i segnapunti.

TAGLIA 35/37:
GIRO 8: 1 m.b. in ogni m.b., ALLO STESSO TEMPO lavorare le 10 m.b. centrali al centro davanti e al centro dietro (cioè 5 m. ogni lato di entrambi i segnapunti) insieme 2 a 2 = 56 m.b.
GIRO 9: 1 m.b. in ogni m.b. = 56 m.b.
GIRO 10: 1 m.a. in ogni m.b. ma nelle 5 m. centrali al centro davanti e al centro dietro lavorare 1 m.m.a., 3 m.b. e 1 m.m.a. Tagliare il filo – lasciare abbastanza filo per confezionare la suola.


TAGLIA 38/40:
GIRO 8: 1 m.b. in ogni m.b. = 72 m.b.
GIRO 9: 1 m.b. in ogni m.b., ALLO STESSO TEMPO lavorare le 10 m.b. centrali al centro davanti e al centro dietro (cioè 5 m. a ogni lato di entrambi i segnapunti) insieme 2 a 2 = 62 m.b.
GIRO 10: 1 m.b. in ogni m.b. = 62 m.b.
GIRO 11: 1 m.a. in ogni m.b. ma nelle 5 m. centrali al centro davanti e al centro dietro lavorare 1 m.m.a., 3 m.b. e 1 m.m.a. Tagliare il filo – lasciare abbastanza filo per confezionare la suola.

TAGLIA 41/43:
GIRI 8+9: 1 m.b. in ogni m.b. = 78 m.b.
GIRO 10: 1 m.b. in ogni m.b., ALLO STESSO TEMPO lavorare le 10 m. centrali al centro davanti e al centro dietro (cioè 5 m. a ogni lato di entrambi i segnapunti) insieme 2 a 2 = 68 m.b.
GIRO 11: 1 m.b. in ogni m.b. = 68 m.b.
GIRO 12: 1 m.a. in ogni m.b. ma nelle 5 m centrali al centro davanti e al centro dietro lavorare 1 m.m.a., 3 m.b. e 1 m.m.a. Tagliare il filo – lasciare abbastanza filo per confezionare la suola.

TUTTE LE TAGLIE:
Cucire la suola al centro sotto il piede – cucire margine a margine nel filo esterno della m. per evitare una cucitura spessa.


BORDO LUNGO L’ALTO:
GIRO 1: Iniziare dal diritto del lavoro lungo il margine dritto sul sopra del piede e lavorare 1 m.bss. in ognuna delle 18 m.a. centrali, poi 1 m.b. in ogni m.a. lungo il piede fino a quando rimangono 14-18-22 m.a. prima del centro dietro, lavorare 3 m.m.a, 22-30-38 m.a., 3 m.m.a. e continuare con m.b. fino all’inizio del giro, finire con 1 m.bss. nella 1° m.bss. dall’inizio del giro.
GIRO 2: 1 m.bss. in ognuna delle 18 m.bss. sul sopra del piede, 1 m.b. in ogni m. fino a quando rimangono 20-22-24 m. prima del segnapunti al centro dietro, lavorare 3 m.m.a., 10-12-14 m.a., 5 m.a.d., 2 m.a.d. insieme – LEGGERE SOPRA - 2 m.a.d. insieme, 5 m.m.a., 10-12-14 m.a., 3 m.m.a. e continuare con m.b. fino all’inizio del giro, finire con 1 m.bss. nella 1° m.bss. dall’inizio del giro.
GIRO 3: 1 m.bss. in ognuna delle 18 m.bss. sul sopra del piede, poi 1 m.b. in ogni m. fino a quando rimangono 21-23-25 m. prima del segnapunti al centro dietro, lavorare 5 m.m.a., 10-12-14 m.a., 5 m.a.d., 2 m.a.d. insieme, 5 m.a.d., 10-12-14 m.a., 5 m.m.a. e continuare con m.b. fino all’inizio del giro, finire con 1 m.bss. nella 1° m.bss. dall’inizio del giro.
GIRO 4: 1 m.bss. in ogni m. lungo l’intera apertura della pantofola.


CINTURINO PER I BOTTONI:
Lavorare 31-31-34 catenelle con l’uncinetto misura 3,5 mm e 1 capo di ogni qualità. Lavorare 1 m.a. nella quarta catenella dall’uncinetto, * saltare 1 catenella, 1 m.a. in ognuna delle successive 2 catenelle *, ripetere da *-* = 20-20-22 m.a. Tagliare il filo e cucire il cinturino all’interno della pantofola a circa 5 cm dal margine dritto sul sopra del piede. Ripetere per l’altra pantofola.
Cucire il bottone sull’esterno di ogni pantofola a circa 1-1½ cm dal bordo (e a circa 5 cm dal margine dritto sul sopra del piede). Usare lo spazio tra 2 m.a. sul cinturino come asola.

venerdì 8 giugno 2012

Caravan Crochet di Natural Armonia

Cara Cinzia raccontaci qualcosa di te ad esempio da dove nasce la tua passione per il crochet e da quanto tempo lavori?
Durante un pomeriggio autunnale in un’atmosfera di affetto e amore con the e pasticcini, ho visto nascere sotto ai miei occhi un vezzoso scialle per la mia bambola, bello da vedere e troppo intrigante! All’epoca avevo solo quattro anni ma chiesi alla cara zia: “insegna anche a me!”.
Già allora creavo abiti e accessori e il mio stile era piuttosto particolare e spesso un po’ strano. È nata così la mia passione per il crochet. Certo, presa e abbandonata ma sempre presente nella mia vita.

Bloom beanie 
Guardando i tuoi lavori si capisce che hai un modo tutto particolare di intendere il crochet. I tuoi accessori sono unici e proiettano un modo fatato, da dove prendi l'ispirazione?
Mi piace molto creare e mi piace moltissimo tutto ciò che è inusuale. Credo profondamente in un Mondo Sottile e nell’Energia che ci circonda, traggo spesso ispirazione da Madre Natura che è così ricca di meraviglie. Probabilmente ho fatto più viaggi interiori, meditazioni, sogni e visualizzazioni di quanto io stessa possa ricordare e il fascino delle mie creazioni proviene proprio da lì: un mondo inconscio, quasi a livello onirico, un po’ sciamanico, eterico e impalpabile, in connessione con la nostra amata Madre Terra che rispecchia ciò che di più bello possiamo trovare in Natura: dalle eccezionali forme alle trasparenze, ai tenui colori dai meravigliosi riflessi cangianti.
Bloom necklace
Quando hai capito di aver sviluppato un tuo stile, com'è stato?
A volte è stato difficile essere “diversa” ma ho avuto sempre grossissime soddisfazioni. Spesso amiche e conoscenti mi chiedevano e mi chiedono tutt’ora di creare anche per loro qualcosa e io, con gioia, ho sempre realizzato i loro sogni. Credo che il mio stile faccia parte di me da sempre, semplicemente, le mie creazioni seguono una linea caratterizzata da alcune note particolari che amo profondamente, che contraddistinguono ciò che faccio, ma desidero sempre andare avanti è una caratteristica tipica di me e del mio segno zodiacale, il Sagittario!
Astrea necklace 
Hai scelto di specializzarti nel settore accessori e in particolare i bijoux, com'è mixare diverse tecniche e quali sono le principali difficoltà?
È divertente, una sorta di sfida continua con me stessa, alla ricerca di stupirmi, se poi sono soddisfatta allora non mi resta altro che andare avanti ancora. L’accessorio è importante, fa la differenza, rende particolare una mise semplice, la arricchisce, personalizzandola a volta basta veramente poco: uno scalda polso o uno scialle con un tocco di originalità! Amo creare anche pezzi particolari di abbigliamento, seguendo sempre l’ispirazione, l’estro del momento e poi mi rilassa e mi distende creare, è una potente terapia che mette di buon umore. Ho usato diversi materiali in passato e ma ho deciso di concentrare la mia creatività solo verso l’ambito naturale, la difficoltà a volte sta nel reperirli, per il resto mi lascio guidare dal mio gusto estetico e dal senso pratico. 
Sweet granny bag
Puoi accompagnarci passo dopo passo, dall'ideazione alla produzione di uno dei tuoi bellissimi progetti?
Davvero volete seguire il mio Crazy Path? Onestamente non c’è una regola a volte faccio un sogno, me lo annoto sul Quaderno dei Sogni e lo lascio lì in attesa del momento giusto; a volte arriva un’ispirazione e parto, mi lascio andare e spesso non so nemmeno io che ne verrà fuori. Non creo dal principio, tutt’al più ho una traccia passibile di variazioni ma non ho uno schema: odio gli schemi! Credo che le ispirazioni arrivino dalle mie Muse.
Granny - Portauncinetti crochet
E la risposta della gente al tuo stile qual è? E' apprezzato?
Beh, diciamo che vedono le mie creazioni e ne vengono attratti e affascinati e grazie a questo ho collaborato con svariati negozi e laboratori di maglieria della mia città. Con alcuni poi fluiscono vibrazioni indescrivibili, leggere, una sensazione che ti attraversa e che riconosci. Una specie di piacevole guizzo di Energia dello stesso tipo. Chissà se riesco a farmi capire?
Forest Arm Warmers
Hai un negozio su Esty, come ti trovi e come si rapportano con te gli acquirenti?
Ho l’EtsyShop da poco, finora ho pubblicato solo la mia linea invernale, però ho venduto da subito, con mia grande gioia! Ho capito che bisogna essere molto presenti, proporre sempre oggetti nuovi, seguire e fare shopping all’interno della community stessa.
Io mi sono trovata bene, è molto ben fatto, anche per una come me che l’inglese non lo sa bene e i miei acquirenti sono persone davvero squisite. Tutto si svolge in un’atmosfera gradevole, amichevole e molto piacevole.
Beaded and crocheted Fairy Flowers Bracelet Cuff
Ricevi molte richieste? E quali paesi si mostrano più interessati?
Credo che il molte sia soggettivo comunque, sono felicissima perché ho grandi soddisfazioni. Le persone mi infondono una grande gioia con la loro costante presenza sulla mia pagina Facebook Caravan Crochet, è davvero molto piacevole. So che ho “seminato” bene e che ogni cosa ha bisogno del suo tempo per maturare. Al momento i paesi più interessati sono la nostra Italia e gli USA, ma anche i paesi latini e l’UK.
Fairytale Pumpkins
Cosa diresti a coloro che vogliono intraprendere il tuo stesso percorso?
Direi che se sono disposti a viaggiare sulle ali della fantasia e cogliere la sfida di materializzare i sogni allora con una buona dose di coraggio possono partire subito. In cambio scoprirete cosa significa poter essere liberi di essere voi stessi! Come scrivo nel mio blog: creare è vita, genio, poesia, sregolatezza, arte, ispirazione, sogno e follia ma non sperate di arricchirvi, si crea per passione, per amore. Io sono ogni giorno grata per le possibilità infinite che ho davanti a me.
Bloom Fairy Bag
In tre parole, quali sono le caratteristiche che un artigiano della maglia dovrebbe avere?
Perfezionismo, sensibilità estetica e originalità.
Tea bag tote
C'è qualcos'altro che non ti ho chiesto ma vorresti condividere con i lettori di Maglia e Rimaglia?
Sì: il mio obiettivo è creare utilizzando energie sostenibili e rinnovabili, impiego energia prodotta da un impianto fotovoltaico, utilizzo materiali naturali e filati naturali ed ecologici come cotone, bambù, canapa, lino, soia, radice di ortica, seta riciclata e lana mulesing free. Gli uncinetti che uso sono naturali, di bambù. 
La mia etica è volta all’ecologia, al naturale ma anche e soprattutto al cruelty free, sono vegana e favorevole al riciclo; per questo pongo particolare cura nella scelta dei miei materiali, da sempre scelgo solo la genuinità.

Altri Links:
Web Site: http://www.naturalarmonia.tk
Blomming: http://blomming.com/mm/NaturalArmonia/items

mercoledì 6 giugno 2012

Collana Fiocco all'uncinetto

Avevo promesso che avrei iniziato a postare i miei lavori e il primo che vi propongo è una semplicissima collana a un fiocco. E' un progetto davvero semplice da realizzare e adatto alle neofite dell'uncinetto. Gli unici punti che bisogna conoscere sono infatti la maglia bassa e la maglia alta.


Ecco ciò di cui avrete bisogno: un paio di forbici, l'uncinetto, la rimanenza di un filato, una catena leggera e degli anelli tondi di congiunzione nello stesso colore. 

ISTRUZIONI:
Realizzate 50 catenelle
1°, 3°, 5° e 7° giro a maglia bassa
2°, 4° e 6° giro a maglia alta
Quando avrete completato la strisciolina cucite i due bordi più corti e girate semplicemente il filo al centro stringendo delicatamente fino ad avergli conferito la classica forma a fiocco e a questo punto chiudere nascondendo il filo all'interno del lavoro. 

Prendete due anelli di congiunzione e allargateli leggermente con le dita, quel tanto che basta per far passare le maglie del fiocco prima e della catenella - che avrete precedentemente misurato - poi. Richiudete gli anelli e...


...ecco il risultato finale! 


Buon lavoro a tutti! 


venerdì 1 giugno 2012

Abito da sposa crochet by Yves Saint Laurent

Tra gli abiti da sposa knit e crochet il primo a venirmi in mente è sempre quello di Yves Saint Laurent del 1965.
E' un grosso bozzolo di lana e la donna al suo interno sembra essere una crisalide che aspetta di evolvere in farfalla. Se consideriamo che era quella l'epoca dell'inizio della rivoluzione sessuale questo capo diventa estremamente significativo. Certamente deve essere stato difficile da indossare e da portare per la modella costretta oltretutto sotto le luci! 


Qualche anno fa durante una retrospettiva del grande maestro questo capo è tornato in mostra a San Francisco e finalmente abbiamo potuto avere delle foto più recenti e quindi più chiare rispetto all'originale degli anni '60. 
E' un capolavoro di rifiniture, non oso neppure immaginare cosa abbiano dovuto inventare quei poveri maglieristi e modellisti per realizzarlo e chissà che mole di lana che avranno dovuto maneggiare. 


I più smaliziati dicono somigli ad un fallo o a una supposta ma non credo che Saint Laurent ne avrebbe avuto a male, sono certa si sia perfettamente reso conto di cosa stava facendo mentre lo faceva. I fiocchi di raso sembrano quelli di un pacco regalo quasi si avesse bisogno di scartare la sposa, hanno lo scopo di decorare il vestito e renderlo ancor più lezioso. 


I punti utilizzati ricordano quelli dello stile delle isole irlandesi di Aran, anche se mancano completamente le trecce che sono certamente uno dei caratteri distintivi di questi maglioni. 
Spero facciano una mostra anche in Italia per poterlo ammirare più da vicino, del resto è un pezzo di storia del costume che fa parte anche della storia della maglieria.