venerdì 21 dicembre 2012

Angry Birds: il cuscino a forma di maialino







Direttamente dal web con la partecipazione della nostra carissima amica Elisa arriva "Angry Birds".
Un gioco divertente che molte di voi conosceranno, dove tra i vari personaggi che lo animano ci sono dei simpaticissimi maialini verdi verdi.
Noi realizzeremo sotto la guida di Elisa un maxi maialino da utilizzare anche come comodo divertente cuscino!

Il corso si svolgerà in 4 lezioni da 2 ore, ogni sabato dalle 14,00 alle 16,00 presso il laboratorio di Pippicalzelunghe -Roma -

Prenotatevi!!!!!

domenica 11 novembre 2012

Tavola natalizia crochet

Iniziamo gli approfondimenti sui lavori natalizi con questi bellissimi pattern per la decorazione della tavola.
I momenti migliori sono quelli vissuti in compagnia ed è per questo che i primi lavori che vi proponiamo sono quelli che faranno risplendere la tavola delle feste. 


Questi due bellissimi sotto piatti sono utili anche come decorazione del piatto stesso:

 

Se volete invece creare una vera e propria "atmosfera" potete scegliere tra questi due set per la tavola:
Set Tovaglietta all'americana
Set Centrini

Li preferite in questi o in altri colori? Avete già pensato a come apparecchierete la vostra tavola? Dateci suggerimenti su cosa vorreste vedere pubblicato nelle nostre pagine! 



venerdì 9 novembre 2012

Presentazione libro "Ai ferri corti" al Knit Cafè

Il nostro prossimo appuntamento per il Knit Cafè del 24 novembre pressol'Hotel Excel Montemario sarà anche occasione per un evento-incontro interessante: avremo un ospite d'eccezione, Alice Twain che verrà appositamente a Roma per presentarci il suo libro "Ai ferri corti"!
Naturalmente il libro sarà disponibile per l'acquisto, anche con firma dell'autrice ;)

Non mancate!!!

martedì 6 novembre 2012

Knooking: una nuova frontiera?

Che significa knookingLetteralmente deriva da knitting with a hook = lavorare a maglia con l'uncinetto
Ho visto questa tecnica per la prima volta in tv qualche giorno fa sul canale Real Time, il programma era: 24 ore in sala parto. Una nonna preparava la coperta per il suo nipotino utilizzando l'uncinetto come non avrei mai immaginato!
Mi sono incuriosita ho saputo è che la tecnica viene dal Giappone e che il particolare uncinetto del quale si fa uso era stato chiamato Super Miracle Needle.



Pare ci si possa sbizzarrire in qualunque tipo di creazione ma i pareri sono discordanti. 
I puristi della maglia rimangono dubbiosi: perché usare un uncinetto per lavorare a maglia?
I neofiti sembrano impazziti: non c'è bisogno di comprare due strumenti per avere entrambi i risultati e neppure di imparare due tecniche. 
Il procedimento è ben visibile in questo video che vi posto: 



Che ne pensate, è una tecnica stuzzicante o non vi convince. Vi piacerebbe saperne di più? 

lunedì 5 novembre 2012

Borse Marni inverno 2012

Sappiamo che vi piacciono le borse e sopratutto quelle di maglia. I dati parlano chiaro: questo è uno degli argomenti preferiti dalle nostre lettrici e come darvi torto? 
A questo proposito postiamo oggi una delle nostre preferite per questo autunno inverno. 



Una borsa progettata sulla falsa riga dei purse delle nonne ma che di antico non ha proprio nulla. 
Due quadrati di lana rasata in grigio scuro in una chiusura da borsellino con manico a contrasto. 



Ed ecco la borsa che avete visto nella precedente foto, in tutta la sua bellezza. Il Color-Block è una tendenza che mi è sempre piaciuta perché permette di combinare i colori senza paura e in questo caso con un risultato abbastanza delicato da non sconvolgere nessuno.


Che ne dite di questa borsa? Riproponibile? A quale look la abbinereste e come la modifichereste per andare in contro ai vostri gusti? 

martedì 30 ottobre 2012

Crochet per Halloween!


Dolcetto o scherzetto?! La premessa è obbligatoria perché
per questo Halloween abbiamo deciso di fare un giro tra le stravaganze delle "knitters e crochetters" e abbiamo trovato delle proposte molto sfiziose! 
Di seguito trovate la nostra classifica, l'ordine di preferenza sceglietelo voi! 

1) festone crochet: un progetto semplice per grandi e piccini
2) teschietto amigurumi: perfetto per l'albero di Halloween
3) secchiello per dolci: per tutto l'anno
4) halloween gang: divertente sulle porte 
5) pipistrello amigurumi: boh!
6) portacandela: per una tavola in tema
7) asciugamano: un Topolino stregato! 
8) ragnatela: dobbiamo ammetterlo, uno dei nostri preferiti
9) ghirlanda: facile e d'effetto
10)strega: con questo cappello è il costume più bello



domenica 28 ottobre 2012

Restyling: il maglione 2

Non sono riuscita a resistere a questa seconda alternativa, sempre dalla collezione Moschino Cheap and Chic dell'inverno 2012. L'attenzione si sposta evidentemente sulla parte alta del capo, a differenza del restyling presentato nel precedente post. Mi è successo spesso di aver dovuto cestinare una maglia perché collo e spalle si erano deformati, con questo trucchetto, si può salvare la maglia e dare un tocco decisamente glam retrò.  


Il consiglio, per chi volesse replicare, in questo caso è: 

  1. di prendere molto bene le misure prima di procedere. Meglio di tutto sarebbe poter mettere la maglia su un supporto - leggi manichino - per tenere il lavoro costantemente sotto controllo.
  2. Utilizzare almeno tre colori di cui uno della stessa tonalità della maglia. 



sabato 27 ottobre 2012

Restyling: il maglione

La collezione invernale di Moschino Cheap and Chic mi ha colpito immediatamente per il tripudio di colori e per gli spunti creativi. In particolare ho apprezzato moltissimo l'attenzione nei confronti delle tecniche tricot e crochet alle quali siamo particolarmente affezionate. 
La proposta di questo post è quella di trovare ispirazione per un restyling. Esattamente come quello visto in passerella chiunque ha in casa un maglione un po' datato o che non convince più, ecco un modo semplice ed efficace per dargli nuova vita.  


In questa seconda foto si vede quanto questo capo sia adatto alla quotidianità. Se aveste voglia di riproporre questa tecnica, trovate di seguito i nostri consigli: 

  1. Scegliete almeno quattro colori da alternare tra loro ma che si sposino con il colore di fondo.
  2. Tenete a mente le misure, sarebbe meglio infatti che il decoro centrale fosse ben visibile. Non abbiate dunque paura di osare. 



sabato 20 ottobre 2012

Cascade Yarns disponibile ora su e-shop

Cascade Yarns - Cascade 220 Grande novità nel negozio online di Pippi:




da oggi troverete Cascade Yarns nel e-shop: www.ppcalzelunghe.com!
 I colori della Cascade 220 sono bellissimi, matasse da 100 gr da lavorare con ferri 4,5-5mm, uno dei filati più utilizzati su Raverly (più di 93.000 progetti)! La Ecological Wool, sempre 100% lana peruviana, ci piace perchè è tutta naturale (non tinta); si presenta in grosse matasse da 250gr, da lavorare con ferri 5,5-6mm.

lunedì 1 ottobre 2012

Scaldaspalle ai ferri circolari

Lo schema di oggi è quello di uno scaldaspalle da realizzare con i ferri circolari. E' molto semplice perché basta conoscere: il dritto, il rovescio e le diminuzioni. 
Avevo alcuni gomitoli di lana da lavorare con i ferri n°6, color lilla polvere, un po' spento e ho pensato di farne qualcosa da indossare spesso (magari in ufficio) e con quasi tutto.  



Per una misura media:

Montare 200 maglie avendo l'accortezza di mettere un segno dopo 120 maglie e, a differenza di quanto si fa di solito con i ferri circolari, voltare il lavoro (nel verso sbagliato per capirci), per poter creare il motivo, come da foto. 

Procedimento:

1 giro: lavorare rovescio
2 e 3 giro: dritto
4 e 5 giro: rovescio
6 e 7 giro: dritto
8 e 9 giro: rovescio
10 giro: dritto
11 giro: rovescio
12 giro: dritto

A questo punto sarà ben visibile il "gradino" da voltare nuovamente (come per rinediare ad un errore) e mettere il lavoro al verso. D'ora in poi lavorerete sempre tutti i punti come si presentano per 55 giri. 
Utilizzate ora dei segnapunti (o in alternativa delle graffette colorate) mettendone uno ogni venti punti per ricordarvi dove fare la diminuzione. 
Io ho diminuito per 6 giri prima di chiudere ma voi considerate l'ampiezza della vostre spalle e per rifinire un pochino ho lavorato un giro a uncinetto in maglia bassa. 



Il risultato di tutto questo lavoro è un bel motivo e uno scaldaspalle soffice e caldissimo da indossare anche su maglie a maniche lunghe, maglioni sottili o abiti. 
Chi fa un lavoro sedentario e le studentesse apprezzeranno! 

lunedì 24 settembre 2012

Multa a Chanel per contraffazione

Chi se lo sarebbe aspettato che il noto marchio francese sarebbe stato condannato a pagare una multa di duecento mila euro (più interessi) per contraffazione, eppure è proprio quello che è accaduto ieri. 
Il tribunale di Parigi ha dato ragione all'azienda World Tricot che dal 2005 lottava per far valere i suoi diritti, ma cosa è successo nello specifico? 
Anni addietro la società di cui sopra aveva proposto una giacca crochet alla maison che era stata però cassata senza possibilità di appello; figuratevi dunque lo stupore del piccolo terzista quando si è visto la stessa giacca sfilare in passerella, prodotta però da un concorrente italiano! 
Nonostante sembrasse una causa senza speranza ieri, appunto, la svolta con il riconoscimento - come ha detto l'avvocato della parte lesa "della creatività di tutti coloro che sono all'ombra del loro atelier". 


C'è di ribatte che Chanel è uno dei marchi con maggiorni problematiche legate al tema della contraffazione. La loro borsa matelassé con tracolla a catenella dorata, la famosissima 2.55, è una delle più copiate ma può essere considerata una giustificazione? Che ne pensate? 

venerdì 14 settembre 2012

Fascia per capelli

Ecco un nuovo schema davvero semplice semplice per chi si è appena avvicinato al ferro circolare ma anche per chi ha semplicemente voglia di realizzare qualcosa di soddisfacente e sbrigativo al tempo stesso. 


Ciò che vi serve per realizzare questa fascia per capelli sono: tre gomitoli di lana DROPS Nepal nel colore verde/grigio n° 7139, ferri circolari 5mm, un paio di forbici e uncinetto 4,5mm.
Per una circonferenza di 57 cm (la mia) ho seguito questo procedimento: 

PER LA FASCIA
- montare 80 maglie su ferro circolare oppure su ferro normale e poi passarle sul circolare
- lavorare a dritto per 20 
- chiudere senza tirare troppo il filo

PER IL FERMAGLIO
- fare 10 catenelle
- lavorare 20 giri a maglia alta 
- chiudere al centro della fascia sufficientemente stretto da arriciarla un pochino, come in foto. 

SUGGERIMENTO
Per la chiusura della fascia ho sottolineato il fatto di non tirare troppo il filo per un motivo. Tenendolo infatti leggermente in tensione avrete una parte della fascia più stretta, quella parte di solito la rivolgo perso l'alto in modo da poterla usare più a lungo. Si allargherà con più difficoltà e non drovrete continuare a sistemarvela sulla testa - cosa che a me è successa con altre fasce comprate in negozio!


 Buon lavoro! 

mercoledì 12 settembre 2012

Knit invernale

Avevamo già proposto un gioiello di questo shop: Branda in un precedenti articolo sugli spunti primaverili, ne riparliamo per iniziare bene l'inverno con idee semplici e sopratutto molto sfruttabili. 
Durante i corsi del laboratorio ma anche i knit café si è toccato spesso questo argomento, lavori (e lane!) che ci piacevano sulla carta (o sullo scaffale!) diventati improvvisamente insignificanti una volta realizzati. 
Uno dei consigli che abbiamo dato, specialmente durante il corso di Maglieria Creativa, era quello di utilizzare solo un paio di colori a stagione, ovviamente declinati nelle loro sfumature, per una serie di lavori mettibili sia tra di loro che con ciò che abbiamo nell'armadio.

Guanti fingerless € 28,74
Proprio per questo ho scelto una serie di lavori nel color lattementa, uno dei miei preferiti, perché sono belli da vedere anche solo uno vicino all'altro. Un colore chiaro e versatile come questo, inoltre, si accosta meravigliosamente a tutte le tonalità dal bianco al nero, dal blu al verde - cercando di rimanere all'interno dello spettro dei colori freddi, please. 

Sciarpa € 119,76
 Il portachiavi è un oggetto insolito, c'è chi li colleziona e chi invece ne ha uno orrendo o non lo ha affatto. E' un regalo carino e per me utilissimo - penso a chi lavora in ufficio e esce un momento dalla stanza per andare magari a prendere un caffè, con questo non si ha bisogno di portare troppe cose.  
Borsellino portachiavi € 11,18
La borsa, infine, ha una forma piacevole e poco sfruttata nei modelli in pelle e i rombi danno movimento. Il colore della borsa poi - che non deve più necessariamente accoppiarsi a quello delle scarpe almeno dagli anni '50 - permette di accendere un look classico. 

Borsa € 51,90


martedì 4 settembre 2012

Intervista con Valentina Valenti!

Cara Valentina quest'intervista fa parte dei riconoscimenti promessi alla vincitrice del primo contest di "Maglia e Rimaglia e Pippicalzelunghe". Ti facciamo i complimenti e ricordiamo che hai vinto con la tua splendida coperta fiorata! Raccontaci qualcosa su questo tuo lavoro.
La copertina fiorata è stata la mia prima creazione originale. Una cara amica era in dolce attesa e pensavo di regalarle una copertina insolita e stravagante da carrozzina. Avevo in mente un progetto non con i soliti colori pastello per neonato ma al contrario vivace ed allegro. Non è stato per niente facile assemblare tutti i fiori colorati e cercare di dare un senso logico al tutto ma alla fine sono rimasta abbastanza soddisfatta del risultato.
Ecco il progetto con il quale Valentina ha vinto il nostro contest! 
Come nasce la tua passione per l'uncinetto?
Quando ero molto piccola mia madre lavorava molto ma appena poteva si divertiva ad insegnarmi sia i ferri che l’uncinetto. Ancora oggi mi ricordo quei bellissimi momenti perché era una rara occasione per stare insieme. In seguito crescendo, ho tralasciato tutto fino a quando negli States si è riaccesa l’antica fiamma diventando quasi un ossessione. Spesso ho pensato di avere una sorta di strana dipendenza da gomitolo.




Quando lavori preferisci seguire uno schema o l'ispirazione del momento? Credi di comunicare qualcosa con i tuoi lavori e in che modo?
Nei miei lavori seguo di solito uno schema . Mi piace comunicare principalmente l’affetto che mi lega alla persona destinataria del regalo. Fino ad ora ho sempre regalato le mie creazioni. I miei destinatari preferiti sono i bambini. Mi piace regalare ad un bambino qualcosa legata al passato ed alle tradizioni ma rivisitata in chiave moderna. Inoltre mi piace pensare che una creazione uncinetto e ferri che sia può aspirare all’immortalità passando di generazione in generazione e di conseguenza portare una piccolissima parte di me nel suo viaggio.
La dedizione che si ha per realizzare una copertina è per me espressione di grande amore. Tutte le ore che s’impiegano per terminare un lavoro non hanno prezzo.




Sappiamo che sei un'artista della danza, come concili queste due passioni e quali punti di contatto credi ci siano, se ci sono, tra le due?

Nel danzare o lavorare ai ferri/uncinetto ci sono molti punti di contatto. Entrambe sono forme di espressione estremamente creative. Richiedono una forte tecnica alla base ma una volta acquisita ci si può cimentare nell’improvvisazione.In entrambe le arti puoi essere un esecutore oppure un interprete.




Tu sei italiana ma non vivi in Italia. Come sono considerati il knitting e il crochet negli States? Hai avuto modo di fare riflessioni a riguardo?
Gli anni che ho passato in America mi hanno permesso d’immergermi nel grande revival del knitting e crochet. Un vero e proprio universo! C’è una riscoperta del craft in chiave del tutto moderna. In Italia abbiamo una grande tradizione ma le nuove generazioni hanno perso l’interesse. Per la maggior parte della gente uncinetto e ferri sono spesso associati ad un vecchio artigianato ricoperto di ragnatele e polvere. Mi piacerebbe contribuire alla sensibilizzazione soprattutto nei bambini di questo magico mondo.




Progetti futuri? Per quanto riguarda la maglia e non solo.
I miei progetti futuri come sempre sono tanti. Ho iniziato una nuova vita a Parigi per far parte di un grande spettacolo con tournèe in tutto il mondo. Sicuramente mi piacerebbe dedicarmi di più all’uncinetto e ferri. Il sogno nel cassetto è quello di lanciare il mio blog “Very Valentina” ( www.very-valentina.blogspot.comper vendere le mie creazioni. Inoltre voglio approfittare della mia permanenza a Parigi per immeggermi nel craft francese e scoprire ancora cosa nuove.




venerdì 3 agosto 2012

Maglieria autunnale 2012

E' vero il sole splende e abbiamo una gran voglia di mare, bikini e abiti freschi ma le riviste già propongono le collezioni autunno/inverno 2012-'13. Queste anticipazioni in verità sono molto utili per programmare i nostri futuri lavori. 
La fonte di ispirazione per questo post è il sempre utile Vogue Knitting e le sue esaustive immagini. 

Questo top color lattementa ha una linea semplice semplice ma è diviso in quadrati traforati di grande effetto. Necessita di una mano esperta per via dei vari cambi di punto e sopratutto bisogna prestare attenzione costante alla tensione del filo: per evitare antiestetiche lentezze o al contrario tirature che non faranno cadere perfettamente il vostro capo.

Questo bolerino è da vera lady. Come potete vedere è parte con tre ferri legaccio al posto del classico tubolare e prosegue con una costa semplice 1:1 cambiando poi in punto fantasia. Le riches applicate sul profilo del collo poi danno un'allure sofisticata e più particolare rispetto alla pelliccia. 

Questo maglione con maniche a pipistrello ha un sentore esotico grazie alle micro paillettes e all'accostamento di traforo e maglia rasata. Per smorzare la trasparenza è indossato con una semplicissima canotta a maglia rasata tono su tono con bretelle sottili. 

Colori forti con colori forti a dispetto della moderazione! Verde bosco e blu elettrico per una personalità forte. I ciclisti, pantaloni, pantaloncini, coulottes a maglia vanno per la maggiore (anche se purtroppo non sono per tutte) e in questo caso hanno addirittura delle coste.
Anche il cappottino è molto pretenzioso, coste 4:4, cintura, trecce per il risvolto, la micro-cappa, le maniche e le tasche. Ma guardate che risultato...

Questo è il mio preferito. Colori tenui ma di grande effetto si sposano meravigliosamente con delle linee ultrabasic. Tubolare sul fondo e alla fine delle manichette e maglia rasata. Bello il collo montante che mantiene una rigidità che incornicia perfettamente il viso. La chicca poi è quel bellissimo paio di orecchini bicolor in versioni contrastate.

lunedì 16 luglio 2012

International Woolmark Prize

E' il premio per eccellenza per tutti i knitwear designers! Indetto da The Woolmark Company cinquant'anni, l'International Woolmark Prize fa va ancora alla ricerca degli stilisti del futuro, coloro che studieranno, manipoleranno e daranno nuovo lustro al filato più democratico del mondo. 
A questo premio si deve il lancio di due dei nomi più noti della moda di tutti i tempi: Karl Lagerfeld e Yves Saint Laurent.


La prima fase del concorso prevede una selezione durissima in Australia, Cina, India, Europa e Stati Uniti alla fine della quale saranno stati scelti almeno sei vincitori che si "scontreranno" per aggiudicarsi la vittoria nella finale internazionale. 
Gli stilisti vincitori otterranno un premio in denaro per sviluppare la loro idea e il vincitore assoluto oltre ad un ulteriore premio in denaro vedrà la propria collezione distruibuita da prestigiosi rivenditori. 


Il rappresentante europeo per quest'anno è Christian Wijnants che ha incantato i giudici con l'uso del colore e la texture dei capi. E' lui stesso a rivelare che per questa linea ha lavorato a diversi prototipi per arrivare al giusto grado di pesantezza degli abiti e che per la realizzazione ha scelto la lavorazione artigianale di una sola persona per tutti i capi.



martedì 3 luglio 2012

Gioielli crochet

AliquidTextileJewels è un Etsy shop di proprietà di Maria Cristina, un'affermata designer di Urbino che si è occupata per anni del knitwear e ha deciso di mettersi in proprio con questa piccola e semplice linea. 
I suoi lavori parlano di uno stile che si basa sulla reinterpretazione del lavoro circolare, linee pulite che attirano l'attenzione senza strafare. 
Gli orecchini sono adatti ad essere indossati anche singolarmente. 
La scelta dei colori è varia e può permetterselo grazie alla ripetizione del cerchio che nelle collane si trasforma spesso in un pendente impreziosito da pietre importanti. 
La proposta non è passata inosservata neppure all'occhio dei maggiori esperti di moda tanto da essere stata pubblicizzata anche da Vogue Italia
La scelta di vendere i propri prodotti però passa anche per il rapporto con il cliente ed ecco perchè apprezzo ancor di più quest'artigiana che dimostra un'attenzione particolare nei confronti del fruitore dandogli un piccolo imput nell'interpretazione della collana.

martedì 26 giugno 2012

Pantofole all'uncinetto

L'idea di oggi viene direttamente da un e-shop di Etsy (tanto per cambiare)si chiama WhiteNoiseMaker ed è una delle new entry del mio circolo. 
La produzione handmade riguarda quasi solo pantofoline per ora ma l'artigiana neozelandese si dice produttrice di accessori oltre che di scarpe, quindi aspettiamo aggiornamenti. 
Concentriamoci dunque sui prodotti proposti qui di seguito:
Le linee semplicissime sono valorizzate dalle scelte coloristiche. E' difficile trovare pattern molto complicati in giro per negozi e il motivo è semplice: uno schema di facile lavorazione permette una produzione più vasta e meno costosa, inoltre è più vestibile. 

Queste slippers hanno dei bei pompom infeltriti tono su tono con un'unica concessione per quel giallo pallido. Uno dei consigli che all'Accademia di Costume e di Moda ci hanno dato riguardo la cartella colori è che in una palette delicata, sviluppata sul ton sur ton appunto, è bene aggiungere un punto luce. Ecco un buon esempio di questa teoria. 


Avendo immaginato che qualcuno avrebbe potuto aver voglia di cimentarsi nella realizzazione di una pantofolina estiva come questa ho deciso di condividere il pattern DROPS Design



INFORMAZIONI PER IL LAVORO-1:
Sostituire la 1° m.b. all’inizio del giro con 1 catenella e sostituire la 1° m.a. con 3 catenelle.
Finire ogni giro di m.b. con 1 m.bss. nella catenella di inizio giro.
Finire ogni giro di m.a. con 1 m.bss. nella 3° catenella dall’inizio del giro.

INFORMAZIONI PER IL LAVORO-2:
Lavorare attraverso l’intera m. se non diversamente indicato.

LAVORO DI 2 M.B. INSIEME:
Lavorare 2 m.b. insieme come segue: Inserire l’uncinetto nella 1° m., far passare il filo attraverso, inserire l’uncinetto nella m. successiva, far passare il filo attraverso, fare un gettato e far passare il filo attraverso tutte e 3 le m. sull’uncinetto.

LAVORO DI 2 M.A.D. INSIEME:
Lavorare 2 m.a.d. insieme a 1 m.a.d. come segue: Lavorare 1 m.a.d. ma aspettare con l’ultimo gettato e far passare il filo, lavorare 1 m.a.d. nella m. successiva, e ora far passare l’ultimo gettato attraverso tutte e 3 le m. sul ferro.

INFORMAZIONI PER IL LAVORO:
La stringa di catenelle potrà essere aggiustata alla misurazione individuale. Provate la pantofola mettendo il sopra del piede alla punta dell’alluce e mettete la stringa di catenelle attorno al piede dietro la caviglia e indietro verso il sopra del piede. La stringa di catenelle dovrà essere un po’ tirata per trovare l’adattamento perfetto. Assicurarsi di avere un numero pari di catenelle nella stringa.

PANTOFOLA:



SOPRA DEL PIEDE:

Iniziare con il sopra del piede avanti e indietro come descritto sotto – leggere le INFORMAZIONI PER IL LAVORO.
FARE ATTENZIONE ALLA TENSIONE DEL LAVORO – assicurarsi di non lavorare in modo troppo lasso.
Lavorare 4 catenelle con l’uncinetto misura 3,5 mm e 1 capo di ogni qualità (= 2 capi) e formare un anello con 1 m.bss. nella 1° catenella.
RIGA 1: 3 catenelle (= 1 m.a.), 7 m.a. nell’anello (= 8 m.a.), girare il lavoro.
RIGA 2: 5 catenelle (= 1 m.a. + 2 catenelle), * 1 m.a. nella m.a. seguente, 2 catenelle *, ripetere da *-* per un totale di 6 volte e finire con 1 m.a. nella terza catenella dall’inizio della riga precedente (= 8 m.a. con 2 catenelle tra ognuna), girare il lavoro.
RIGA 3: 1 catenelle, 3 m.b. in ogni anello di catenelle = 21 m.b., girare il lavoro.
RIGA 4: 4 catenelle (= 1 m.m.a. + 2 catenelle), * saltare 2 m.b., 1 m.m.a. nella successive m.b., 2 catenelle *, ripetere da *-* per un totale di 6 volte, saltare 2 m.b. e finire con 1 m.m.a. nella catenella dall’inizio della riga precedente (= 8 m.m.a. con 2 catenelle tra ognuna), girare il lavoro.
RIGA 5: 1 catenella, 4 m.b. in ogni anello di catenelle = 28 m.b., girare il lavoro.
RIGA 6: 5 catenelle (= 1 m.b. + 4 catenelle), * saltare 3 m.b., 1 m.b. nella m.b successiva, 4 catenelle *, ripetere da *-* per un totale di 6 volte, saltare 3 m.b. e finire con 1 m.b. nella catenella dall’inizio della riga precedente (= 7 anelli di catenelle), girare il lavoro.
RIGA 7: 1 catenella, 5 m.b. attorno al 1° anello di catenelle, 5 m.m.a. attorno al 2° anello di catenelle, 5 m.a. attorno al 3° anello di catenelle, 5 m.a.d. attorno al 4° anello di catenelle, 5 m.a. attorno al 5° anello di catenelle, 5 m.m.a. attorno al 6° anello di catenelle e 5 m.b. attorno al 7° anello di catenelle.
RIGA 8: 3 catenelle, quindi 19 m.a. in modo uniforme lungo il margine dritto in cima al pezzo di sopra (= 20 m.a.).
Ora lavorare 60-70-80 catenelle lasse – leggere il SUGGERIMENTO PER IL LAVORO – affrancare con 1 m.bss. nella terza catenella dall’inizio della riga con m.a. in alto lungo il pezzo sopra.


LATO E SUOLA:
Girare il lavoro per avere il diritto del lavoro verso di voi e iniziare lungo le 60-70-80 catenelle (cioè verso il tallone ).
Continuare in tondo e lavorare in basso verso la suola – leggere le INFORMAZIONI PER IL LAVORO 1 e 2.
GIRO 1: lavorare 1 m.a. in ognuna delle 60-70-80 catenelle attorno al piede, poi lavorare 2 m.a. nella m.a. più sterna lungo il margine dritto in alto del sopra del piede, poi 1 m.a. in ogni m.a. lungo il lato esterno del sopra del piede ma al centro delle 5 m.a.d. sull’alluce lavorare 3 m.a., e poi 2 m.a. nella m.a. più esterna lungo il margine dritto in alto del sopra del piede = 101-111-121 m.a.
GIRO 2: Inserire un segnapunti tra le 2 m. centrali sul dietro della pantofola. Lavorare 1 m.b. in ogni m.a. fino a quando rimangono 10-12-14 m.a. prima del segnapunti, lavorare 1-1-2 m.m.a., 1 m.a. in ognuna delle successive 18-22-24 m.a. (il segnapunti è al centro di queste m.a.), 1-1-2 m.m.a. e 1 m.b. in ognuna delle successive m.a. sul giro.
GIRO 3: come il giro 2.
GIRO 4: Ora lavorare la suola – lavorare solo nel filo dietro della m. (non attraverso tutta la m.): lavorare 1 m.b. nella 1° m., poi 1 m.b. in ogni m., ALLO STESSO TEMPO continuare a lavorare insieme la quarta e quinta m.b. – LEGGERE SOPRA = 81-89-97 m.b.
GIRO 5: Ora lavorare attraverso tutta la m. Lavorare 1 m.b. in ogni m.b. = 81-89-97 m.b.
GIRO 6: 1 m.b. in ognuna delle prime 6-4-2 m.b., poi 1 m.b in ogni m.b., ALLO STESSO TEMPO continuare a lavorare insieme la quarta e la quinta m.b. = 66-72-78 m.b.
GIRO 7: 1 m.b. in ogni m.b. = 66-72-78 m.b. Ora inserire un segnapunti al centro davanti e al centro dietro = 33-36-39 m. tra i segnapunti.

TAGLIA 35/37:
GIRO 8: 1 m.b. in ogni m.b., ALLO STESSO TEMPO lavorare le 10 m.b. centrali al centro davanti e al centro dietro (cioè 5 m. ogni lato di entrambi i segnapunti) insieme 2 a 2 = 56 m.b.
GIRO 9: 1 m.b. in ogni m.b. = 56 m.b.
GIRO 10: 1 m.a. in ogni m.b. ma nelle 5 m. centrali al centro davanti e al centro dietro lavorare 1 m.m.a., 3 m.b. e 1 m.m.a. Tagliare il filo – lasciare abbastanza filo per confezionare la suola.


TAGLIA 38/40:
GIRO 8: 1 m.b. in ogni m.b. = 72 m.b.
GIRO 9: 1 m.b. in ogni m.b., ALLO STESSO TEMPO lavorare le 10 m.b. centrali al centro davanti e al centro dietro (cioè 5 m. a ogni lato di entrambi i segnapunti) insieme 2 a 2 = 62 m.b.
GIRO 10: 1 m.b. in ogni m.b. = 62 m.b.
GIRO 11: 1 m.a. in ogni m.b. ma nelle 5 m. centrali al centro davanti e al centro dietro lavorare 1 m.m.a., 3 m.b. e 1 m.m.a. Tagliare il filo – lasciare abbastanza filo per confezionare la suola.

TAGLIA 41/43:
GIRI 8+9: 1 m.b. in ogni m.b. = 78 m.b.
GIRO 10: 1 m.b. in ogni m.b., ALLO STESSO TEMPO lavorare le 10 m. centrali al centro davanti e al centro dietro (cioè 5 m. a ogni lato di entrambi i segnapunti) insieme 2 a 2 = 68 m.b.
GIRO 11: 1 m.b. in ogni m.b. = 68 m.b.
GIRO 12: 1 m.a. in ogni m.b. ma nelle 5 m centrali al centro davanti e al centro dietro lavorare 1 m.m.a., 3 m.b. e 1 m.m.a. Tagliare il filo – lasciare abbastanza filo per confezionare la suola.

TUTTE LE TAGLIE:
Cucire la suola al centro sotto il piede – cucire margine a margine nel filo esterno della m. per evitare una cucitura spessa.


BORDO LUNGO L’ALTO:
GIRO 1: Iniziare dal diritto del lavoro lungo il margine dritto sul sopra del piede e lavorare 1 m.bss. in ognuna delle 18 m.a. centrali, poi 1 m.b. in ogni m.a. lungo il piede fino a quando rimangono 14-18-22 m.a. prima del centro dietro, lavorare 3 m.m.a, 22-30-38 m.a., 3 m.m.a. e continuare con m.b. fino all’inizio del giro, finire con 1 m.bss. nella 1° m.bss. dall’inizio del giro.
GIRO 2: 1 m.bss. in ognuna delle 18 m.bss. sul sopra del piede, 1 m.b. in ogni m. fino a quando rimangono 20-22-24 m. prima del segnapunti al centro dietro, lavorare 3 m.m.a., 10-12-14 m.a., 5 m.a.d., 2 m.a.d. insieme – LEGGERE SOPRA - 2 m.a.d. insieme, 5 m.m.a., 10-12-14 m.a., 3 m.m.a. e continuare con m.b. fino all’inizio del giro, finire con 1 m.bss. nella 1° m.bss. dall’inizio del giro.
GIRO 3: 1 m.bss. in ognuna delle 18 m.bss. sul sopra del piede, poi 1 m.b. in ogni m. fino a quando rimangono 21-23-25 m. prima del segnapunti al centro dietro, lavorare 5 m.m.a., 10-12-14 m.a., 5 m.a.d., 2 m.a.d. insieme, 5 m.a.d., 10-12-14 m.a., 5 m.m.a. e continuare con m.b. fino all’inizio del giro, finire con 1 m.bss. nella 1° m.bss. dall’inizio del giro.
GIRO 4: 1 m.bss. in ogni m. lungo l’intera apertura della pantofola.


CINTURINO PER I BOTTONI:
Lavorare 31-31-34 catenelle con l’uncinetto misura 3,5 mm e 1 capo di ogni qualità. Lavorare 1 m.a. nella quarta catenella dall’uncinetto, * saltare 1 catenella, 1 m.a. in ognuna delle successive 2 catenelle *, ripetere da *-* = 20-20-22 m.a. Tagliare il filo e cucire il cinturino all’interno della pantofola a circa 5 cm dal margine dritto sul sopra del piede. Ripetere per l’altra pantofola.
Cucire il bottone sull’esterno di ogni pantofola a circa 1-1½ cm dal bordo (e a circa 5 cm dal margine dritto sul sopra del piede). Usare lo spazio tra 2 m.a. sul cinturino come asola.

venerdì 8 giugno 2012

Caravan Crochet di Natural Armonia

Cara Cinzia raccontaci qualcosa di te ad esempio da dove nasce la tua passione per il crochet e da quanto tempo lavori?
Durante un pomeriggio autunnale in un’atmosfera di affetto e amore con the e pasticcini, ho visto nascere sotto ai miei occhi un vezzoso scialle per la mia bambola, bello da vedere e troppo intrigante! All’epoca avevo solo quattro anni ma chiesi alla cara zia: “insegna anche a me!”.
Già allora creavo abiti e accessori e il mio stile era piuttosto particolare e spesso un po’ strano. È nata così la mia passione per il crochet. Certo, presa e abbandonata ma sempre presente nella mia vita.

Bloom beanie 
Guardando i tuoi lavori si capisce che hai un modo tutto particolare di intendere il crochet. I tuoi accessori sono unici e proiettano un modo fatato, da dove prendi l'ispirazione?
Mi piace molto creare e mi piace moltissimo tutto ciò che è inusuale. Credo profondamente in un Mondo Sottile e nell’Energia che ci circonda, traggo spesso ispirazione da Madre Natura che è così ricca di meraviglie. Probabilmente ho fatto più viaggi interiori, meditazioni, sogni e visualizzazioni di quanto io stessa possa ricordare e il fascino delle mie creazioni proviene proprio da lì: un mondo inconscio, quasi a livello onirico, un po’ sciamanico, eterico e impalpabile, in connessione con la nostra amata Madre Terra che rispecchia ciò che di più bello possiamo trovare in Natura: dalle eccezionali forme alle trasparenze, ai tenui colori dai meravigliosi riflessi cangianti.
Bloom necklace
Quando hai capito di aver sviluppato un tuo stile, com'è stato?
A volte è stato difficile essere “diversa” ma ho avuto sempre grossissime soddisfazioni. Spesso amiche e conoscenti mi chiedevano e mi chiedono tutt’ora di creare anche per loro qualcosa e io, con gioia, ho sempre realizzato i loro sogni. Credo che il mio stile faccia parte di me da sempre, semplicemente, le mie creazioni seguono una linea caratterizzata da alcune note particolari che amo profondamente, che contraddistinguono ciò che faccio, ma desidero sempre andare avanti è una caratteristica tipica di me e del mio segno zodiacale, il Sagittario!
Astrea necklace 
Hai scelto di specializzarti nel settore accessori e in particolare i bijoux, com'è mixare diverse tecniche e quali sono le principali difficoltà?
È divertente, una sorta di sfida continua con me stessa, alla ricerca di stupirmi, se poi sono soddisfatta allora non mi resta altro che andare avanti ancora. L’accessorio è importante, fa la differenza, rende particolare una mise semplice, la arricchisce, personalizzandola a volta basta veramente poco: uno scalda polso o uno scialle con un tocco di originalità! Amo creare anche pezzi particolari di abbigliamento, seguendo sempre l’ispirazione, l’estro del momento e poi mi rilassa e mi distende creare, è una potente terapia che mette di buon umore. Ho usato diversi materiali in passato e ma ho deciso di concentrare la mia creatività solo verso l’ambito naturale, la difficoltà a volte sta nel reperirli, per il resto mi lascio guidare dal mio gusto estetico e dal senso pratico. 
Sweet granny bag
Puoi accompagnarci passo dopo passo, dall'ideazione alla produzione di uno dei tuoi bellissimi progetti?
Davvero volete seguire il mio Crazy Path? Onestamente non c’è una regola a volte faccio un sogno, me lo annoto sul Quaderno dei Sogni e lo lascio lì in attesa del momento giusto; a volte arriva un’ispirazione e parto, mi lascio andare e spesso non so nemmeno io che ne verrà fuori. Non creo dal principio, tutt’al più ho una traccia passibile di variazioni ma non ho uno schema: odio gli schemi! Credo che le ispirazioni arrivino dalle mie Muse.
Granny - Portauncinetti crochet
E la risposta della gente al tuo stile qual è? E' apprezzato?
Beh, diciamo che vedono le mie creazioni e ne vengono attratti e affascinati e grazie a questo ho collaborato con svariati negozi e laboratori di maglieria della mia città. Con alcuni poi fluiscono vibrazioni indescrivibili, leggere, una sensazione che ti attraversa e che riconosci. Una specie di piacevole guizzo di Energia dello stesso tipo. Chissà se riesco a farmi capire?
Forest Arm Warmers
Hai un negozio su Esty, come ti trovi e come si rapportano con te gli acquirenti?
Ho l’EtsyShop da poco, finora ho pubblicato solo la mia linea invernale, però ho venduto da subito, con mia grande gioia! Ho capito che bisogna essere molto presenti, proporre sempre oggetti nuovi, seguire e fare shopping all’interno della community stessa.
Io mi sono trovata bene, è molto ben fatto, anche per una come me che l’inglese non lo sa bene e i miei acquirenti sono persone davvero squisite. Tutto si svolge in un’atmosfera gradevole, amichevole e molto piacevole.
Beaded and crocheted Fairy Flowers Bracelet Cuff
Ricevi molte richieste? E quali paesi si mostrano più interessati?
Credo che il molte sia soggettivo comunque, sono felicissima perché ho grandi soddisfazioni. Le persone mi infondono una grande gioia con la loro costante presenza sulla mia pagina Facebook Caravan Crochet, è davvero molto piacevole. So che ho “seminato” bene e che ogni cosa ha bisogno del suo tempo per maturare. Al momento i paesi più interessati sono la nostra Italia e gli USA, ma anche i paesi latini e l’UK.
Fairytale Pumpkins
Cosa diresti a coloro che vogliono intraprendere il tuo stesso percorso?
Direi che se sono disposti a viaggiare sulle ali della fantasia e cogliere la sfida di materializzare i sogni allora con una buona dose di coraggio possono partire subito. In cambio scoprirete cosa significa poter essere liberi di essere voi stessi! Come scrivo nel mio blog: creare è vita, genio, poesia, sregolatezza, arte, ispirazione, sogno e follia ma non sperate di arricchirvi, si crea per passione, per amore. Io sono ogni giorno grata per le possibilità infinite che ho davanti a me.
Bloom Fairy Bag
In tre parole, quali sono le caratteristiche che un artigiano della maglia dovrebbe avere?
Perfezionismo, sensibilità estetica e originalità.
Tea bag tote
C'è qualcos'altro che non ti ho chiesto ma vorresti condividere con i lettori di Maglia e Rimaglia?
Sì: il mio obiettivo è creare utilizzando energie sostenibili e rinnovabili, impiego energia prodotta da un impianto fotovoltaico, utilizzo materiali naturali e filati naturali ed ecologici come cotone, bambù, canapa, lino, soia, radice di ortica, seta riciclata e lana mulesing free. Gli uncinetti che uso sono naturali, di bambù. 
La mia etica è volta all’ecologia, al naturale ma anche e soprattutto al cruelty free, sono vegana e favorevole al riciclo; per questo pongo particolare cura nella scelta dei miei materiali, da sempre scelgo solo la genuinità.

Altri Links:
Web Site: http://www.naturalarmonia.tk
Blomming: http://blomming.com/mm/NaturalArmonia/items